Edifici ad alta efficienza energetica ? Come ottenere l'iMac Pro per cui stai già pagando.

  • Data
    23/08/2018
  • Categoria
    Progettazione


Il prossimo anno con l‘introduzione dell‘obbligo della Normativa Nzeb, i nuovi edifici pubblici e dal successivo tutti gli altri, dovranno essere a consumo di energia quasi zero .

Le differenze tra una casa di qualità ,come una CasaPassiva e un edificio a norma di legge vengono per tanto ulteriormente ridotte, anche se le prestazioni nei consumi e benessere termoigrometrico restano ancora drasticamente distanti . Vediamo il perchè.

Quando si realizza la propria abitazione, alla luce delle recenti normative, si dà per scontato che questa sarà efficiente dal punto di vista energetico,confortevole e appunto a bassi consumi. Dovrebbe essere un edificio a energia quasi zero e per questo che ci si aspetta una casa tipo un"iMac" dove l‘hardware ( involucro ) ed il software ( impianto) vengono concepiti per sfruttare al meglio le proprie potenzialità garantendo una elevata qualità.

Spesso invece si scopre che non è proprio così. Infatti le normative energetiche nazionali e di Regionale in Lombardia non sono abbastanza rigorose in merito al controllo del cantiere per garantire il risultato che promettono. Non prevedono con controlli puntuali in ogni fase e questo, il più delle volte, pregiudica la qualità costruttiva dei fabbricati e di conseguenza anche i loro consumi.

Così può capitare che i proprietari di un nuovo edificio o di uno ristrutturato, che spendono cifre considerevoli per impianti all‘avanguardia e a norma di legge, si trovino a lottare per mantenere la loro casa calda in inverno e fresca d'estate, perchè questa non risulta costruita correttamente ed è piena di spifferi. Oppure, pagare bollette elevate per riscaldamento e raffrescamento nonostante questo sia stato certificato in classi energetiche performanti ,indipendentemente dalla tipogia di costruzione,in legno o muratura,case popolari o ville di lusso.